Home Cucine

Non la tua ordinaria borsa riutilizzabile: pianta alberi e guadagna sconti mentre fai acquisti con la tua Goodbag.

Ricordi il tempo in cui portavi a casa la tua spesa con delle borse di plastica? Anche noi lo ricordiamo. Ma adesso tutti usano borse riutilizzabili. Questo è il potere del cambiamento comportamentale di massa: viene inaugurata una ‘nuova normalità’ e si può rapidamente sentire come se le cose fossero sempre state così.

Goodbag si basa su questo cambiamento per offrire un plus: ogni volta che porti la sua borsa riutilizzabile in un negozio partner e fai un acquisto, ti vengono offerti sconti, buoni gratuiti o buoni per piantare un albero. Puoi anche condividere le tue azioni con gli altri per motivarli a fare lo stesso.

Per i negozi, Goodbag è uno strumento per conquistare nuovi clienti e motivare i clienti esistenti a portare la propria borsa.

“Il principio alla base di Goodbag è creare risultati misurabili delle nostre azioni rispettose dell’ambiente, renderle visibili in tempo reale e premiare le persone per questo”, ha dichiarato Christoph Hantschk, l’amministratore delegato di Goodbag. “Questo è uno strumento potente che può essere applicato a qualsiasi area in cui siano necessarie azioni individuali per risolvere problemi globali, come il cambiamento climatico o l’inquinamento”.

Inoltre, le borse sono prodotte eticamente in collaborazione con TEENAH, un laboratorio sociale in Giordania che impiega donne costrette a fuggire dalle loro case in Siria.

Goodbag ha partecipato a EIT Climate-KIC’s Accelerator stage I e stage II, che ha contribuito a far decollare il business.

“Il supporto finanziario ricevuto da EIT Climate-KIC ci ha permesso di costruire il primo prodotto e trovare i nostri primi clienti. Oltre ai finanziamenti abbiamo acquisito competenze di prima classe attraverso i workshop e siamo stati invitati a presentare Goodbag in occasione di numerosi eventi rilevanti “, ha affermato Hantschk. “Le connessioni, le competenze e le conoscenze acquisite dall’EIT Climate-KIC Accelerator sono state fondamentali per lo sviluppo della nostra attività”.

Come funziona Goodbag?

Goodbag combina la tecnologia con i dati più recenti sulla scienza umana e sull’economia comportamentale. Questi dati vengono utilizzati per creare prodotti interattivi che mostrano agli utenti l’impatto delle loro azioni e li ricompensano per questo. Oltre agli ovvi incentivi dei premi, Goodbag utilizza la gamification e il feedback in tempo reale per motivare le persone ad agire in modo più sostenibile.

Ogni Goodbag ha un chip NFC integrato. Nell’app goodbag o sul proprio sito Web, gli utenti possono visualizzare tutti i negozi partecipanti e i coupon disponibili su una mappa interattiva. Per attivare i coupon, gli utenti devono semplicemente tenere il telefono vicino al chip NFC sulla loro borsa e scegliere lo sconto o il progetto che vogliono supportare. Quindi, possono riscattare il coupon direttamente in negozio. Come ulteriore alternativa, Goodbag offre anche ai rivenditori la possibilità di scansionare direttamente utilizzando terminali di pagamento abilitati NFC.

Il prossimo passo per essere più sostenibili?

Dopo aver lanciato con successo a Vienna, in Austria, Goodbag ora sta lavorando sulla sua app e su una piattaforma B2B completamente automatizzata. Ciò consentirà alla startup di adattarsi ad altre città europee. entrando anche così alla fase III di EIT Climate-KIC Accelerator.

Oltre a lavorare sulla propria piattaforma, Goodbag sta lavorando a diversi progetti con diverse aziende che vogliono motivare i propri clienti a proteggere l’ambiente. Ad esempio, sta attualmente lavorando a un progetto con l’aeroporto di Heathrow che incentiva i passeggeri a riutilizzare le borse di plastica liquida che si prendono dalla sicurezza dell’aeroporto.

Goodbag è alla ricerca di ulteriori progetti rispettosi dell’ambiente che i suoi utenti possano supportare quando fanno acquisti. Oltre alla possibilità di piantare alberi, vorrebbe offrire agli utenti la possibilità di supportare un’organizzazione che rimuove la plastica dagli oceani.