Home Cucine

EIT Climate-KIC e partner hanno lanciato un entusiasmante programma per ridurre la domanda di plastica, promuovendo un approccio più circolare ai sistemi basati sui materiali plastici.

eCircular mira ad esplorare e utilizzare strumenti digitali innovativi per migliorare la prevenzione dei rifiuti di plastica. Ciò include soluzioni blockchain per una migliore trasparenza del mercato, analisi dei dati per applicazioni di simulazione e previsione e sistemi cyber-fisici per il miglioramento del riutilizzo e della rigenerazione.

Circa 49 milioni di tonnellate di plastica sono state utilizzate nell’UE nel 2015 per il confezionamento, la costruzione e l’edilizia, l’elettronica o l’industria automobilistica. Attualmente, meno del 40% viene riciclato, più del 30% viene incenerito per il recupero di energia e il resto viene messo in discarica.

La qualità delle materie plastiche riciclate sta aumentando, ma l’assorbimento complessivo di plastica riciclata rimane basso. Solo il 6 percento dei nuovi materiali plastici proviene dal riciclaggio, con il risultato che il 95 percento del potenziale valore economico degli imballaggi in plastica va sprecato. eCircular mira ad affrontare questo problema, migliorando la prevenzione dei rifiuti di plastica sviluppando e supportando le innovazioni digitali.

“ECircular prospera per innovazioni digitali radicali per la prevenzione dei rifiuti. Le tecnologie digitali favoriscono la tracciabilità di materiali e prodotti, consentono flussi di informazione accurate sulle qualità e disponibilità dei prodotti, riducendo le lacune in termini di conoscenza e regolamentazione “, afferma Alberto Bellini dell’Università di Bologna, Project Lead per eCircular.

“Il programma cerca di contribuire fortemente alla strategia europea per le materie plastiche in un’economia circolare. Raccoglie e unisce gli attori rilevanti su una piattaforma potente per superare le principali barriere, diverse basi di conoscenza e priorità “, afferma Kirsten Dunlop, CEO di EIT Climate-KIC.

Sira Saccani, direttore dei sistemi di produzione sostenibili di EIT Climate KIC, aggiunge che il programma “mira a trasformare la catena del valore della plastica, affrontando le attuali inefficienze strutturali attraverso modelli di business innovativi ed eco-design, oltre a supportare il passaggio a nuove scelte e comportamenti dei consumatori “.

Il programma eCircular è una delle iniziative di EIT Climate-KIC per affrontare le sfide che devono affrontare le catene del valore plastico. L’ambizione è di co-progettare e lanciare una serie di interventi di economia circolare su catene di valore in cemento, plastica e metalli, per raggiungere l’obiettivo di rifusione della produzione di materiali verso emissioni nette-zero.

eCircular è stato lanciato a maggio 2018 da EIT Climate-KIC, con attività di ricerca e attività svolte dall’Università di Bologna (organizzazione capofila), Wuppertal Institute, Lund University, Montanuniversität Leoben e Ecomatters.